ORTOPEDIA FORESTI


Vai ai contenuti

Protesi

Prodotti > Su misura

Protesi provvisoria

Nella costruzione di una protesi provvisoria per un neo amputato e per garantirgli alternative adeguate alla sua "nuova" situazione morfologica- funzionale abbiamo previsto un'approccio diviso in fasi.
Fase 1 VISITA, con l'eventuale presenza del chirurgo che ha eseguito l'intervento, per valutare la condizione del moncone e del processo di cicatrizzazione. Proporre una cuffia speciale, da indossare dopo 2/3 giorni, per favorire il modellamento del moncone, la vascolarizzazione e quindi un veloce processo di cicatrizzazione. Va indossata ogni 3 ore con intervalli di 1 ora (3 volte al dì)
Fase 2, COLLOQUIO necessario innanzitutto per verificare l'intenzione del paziente a riprendere il cammino con un'arto artificiale.Confrontarsi anche con i parenti per auspicare un sostegno psicologico nei momenti di difficoltà iniziali. Confronto con il fisiatra e fisioterapisti per la miglior scelta delle parti tecniche in funzione degli obbiettivi da raggiungere col programma terapeutico e in funzione delle abilità del paziente. In tale fase si procede anche alla compilazione del necessario documento di fornitura con il SSN.
Fase 3 MISURE, Le misure sono una fase importante della costruzione protesica. Vengono eseguite solo quando il riabilitatore è sicuro della buona guarigione del moncone e della giusta "carica" psicologica del paziente a iniziare il suo lungo percorso. Possono essere prese eseguendo un "Moulage" con benda gessata del moncone oppure affidandosi alle misure lineari con il centimetro . Per la corretta valutazione degli elementi articolari (ginocchio-Tibiotarsica) si fa riferimento all'arto contro laterale.
Fase 4 PROVA, in questa fase, a mio parere la più importante, si invita il paziente in laboratorio. Prima di presentargli la protesi gli si spiega com'è per evitare un impatto negativo. Gli si spiega anche che verrà portata per poco, in quanto provvisoria. Quando il moncone si sarà stabilizzato ci sarà un'ortesi tecnologicamente più avanzata e più armonica nelle fasi di deambulazione. Nella prova si stabiliscono le giuste altezze, le giuste pressioni sul moncone, e la giusta distribuzione dei carichi.
Fase5 CONSEGNA e COLLAUDO. La consegna dell'ortesi deve essere psicologicamente affrontata con serenità e spirito positivo, è un Traguardo raggiunto per la nostra ortopedia e una Partenza verso un nuovo futuro per il paziente. Si istruisce il paziente sulla gestione della protesi, sull'igiene del moncone e dell'ortesi, sul modo di approcciarsi per i primi tempi. Quando in palestra riabilitativa, la fisioterapista avrà convenuto col fisiatra che la protesi è ben tollerata, ben funzionante e che il paziente la sa gestire al meglio, si procederà a concludere l'aspetto burocratico con un collaudo Favorevole.
La stessa procedura vale per le protesi DEFINITIVE sia di arto superiore che di arto inferiore



Torna ai contenuti | Torna al menu